Grecia: dicesi ABUSO DI POTERE

Per la serie Web 2.0 vi copincollo un post dell’omonima rubrica di Excite.it.

Spiega la dinamica del video, riproposto oggi sui mass media, riguardante il pestaggio (nonchè l’auto pestaggio indotto) di due ragazzi ad opera di “zelanti” poliziotti greci.

da Excite Web 2.0

Grecia, abusi della Polizia in un video shock
01:28 LUN 18 giugno 2007
La brutalità di alcuni agenti della Polizia greca è finita su YouTube, con una testimonianza video che da un lato permette di scoprire una violenta e triste realtà, e dall’altro è servita ai vertici dell’ordine pubblico per riconoscere e punire i responsabili.

Siamo all’interno di una stazione di Polizia ad Atene. Due cittadini albanesi vengono presi a schiaffi da un agente, che per una viscida voglia di divertimento costringe i due a schiaffeggarsi a vicenda, più e più volte. Il poliziotto, bacchetta in mano, spiega sadicamente ai due come picchiarsi (guarda le immagini). Il video mostra solo gli ultimi 5 minuti della vicenda, ma è possibile pensare che l’abuso sia durato anche di più. Da brividi anche la risata che si sente nel corso della clip.

Il fatto, che si inserisce nella delicata situazione dell’immigrazione clandestina di cittadini albanesi in Grecia, è avvenuto l’anno scorso, ma solo l’altro ieri è stato pubblicato – non si sa bene da chi – su YouTube (sembra che negli scorsi mesi il video circolava via telefonino tra gli stessi poliziotti).

E’ proprio grazie alla visione online del video che sono stati individuati i poliziotti responsabili dell’accaduto. Si tratta di tre sergenti, che sono stati tutti sospesi. Uno di loro avrebbe dichiarato che per loro era solo un modo per scherzare. Ovviamente di tutt’altro parere Byron Polydoras, il Ministro dell’Ordine pubblico, il quale ha dichiarato sabato che “tutti i responsabili riceveranno una punizione esemplare”. Non c’è che augurarselo, visto il sadismo degli abusi documentati dal video shock che vi proponiamo qui sotto (sopra ndr).

Genova (e non solo) docet.

Annunci

2 commenti

  1. Quanti altri casi esistono e purtroppo non denunciati.

  2. Caro Antonio, la prossima volta risparmiati questi commenti, perché con il nostro buonismo siamo pieni di immigrati, anzi, di albanesi che di solito fanno cose peggiori, a noi, quindi risparmiaci la tua gratuità assolutamente fuori luogo, e se proprio ti senti schifato trasferisciti definitivamente in Grecia e protesta, oppure trasferisciti in Albania, tanto oramai li non c’é nessuno, infatti sono tutti qui.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...